La Banca


1950-1970 ANNI DELLA RICOSTRUZIONE E DEL BOOM


La Cassa Rurale fu in questi anni:

Sostegno alla comunità: l’attività di beneficenza fu in costante crescita

Sostegno alle famiglie: molti caragliesi ebbero la possibilità di usufruire dei mutui della Cassa per diventare proprietari della loro abitazione

Sostegno all’economia: il suo aiuto all'economia caragliese fu costante e determinante per lo sviluppo agricolo ed artigianale della zona


1952 APERTURA DELLA SEDE SOCIALE


Venne acquistato e ristrutturato il palazzo dei nobili Marchisio, per farne la sede sociale, inaugurata nel 1952.


1979 AMPLIAMENTO DELLA SEDE DI CARAGLIO


Venne presentato il piano di ristrutturazione e iniziarono i lavori di ampliamento della sede di Caraglio.


1982 APERTURA DELLA FILIALE DI CERVASCA


Rimase provvisoriamente per qualche anno nei locali di piazza Bernardi per poi essere trasferita nel 1988 nella nuova e più moderna sede di via Cuneo.


1988 APERTURA DELLA FILIALE DI DRONERO


Sede della nuova filiale un palazzo nobiliare del ‘500 in piazza Manuel di S.Giovanni.


1991


Apertura della filiale di Bernezzo


1992


La cassa rurale festeggia i suoi 100 anni


1993


Apertura della filiale di Busca


1994 DA CASSA RURALE A CREDITO COOPERATIVO


Il 20 aprile 1994 la Cassa Rurale ed Artigiana di Caraglio diventa Cassa Rurale ed Artigiana di Caraglio - Credito Cooperativo


1995 LA TRASFORMAZIONE DELLA RAGIONE SOCIALE


La Cassa Rurale ed Artigiana di Caraglio - Credito Cooperativo diventa Banca di Credito Cooperativo di Caraglio


1995


Apertura della filliale di Madonna dell'Olmo


1996


Apertura della filliale di S.Defendente


1998


Apertura della filliale di Monterosso Grana


1999


Apertura della filliale di Demonte


2000 FUSIONE CON BCC DI CAMPOROSSO


La Banca di Credito Cooperativo di Caraglio, diventa Banca di Caraglio e della Riviera dei Fiori - Credito Cooperativo

Filiali acquisite con la fusione:

  • CAMPOROSSO (anno di apertura 1989 nuova sede dal 2003)
  • VALLECROSIA (anno di apertura 1998)


2001 FUSIONE CON LA BCC CUNEESE


La BCC CUNEESE proveniva dalla precedente fusione avvenuta il 6 novembre del 1995 tra:

 La Banca di Caraglio e della Riviera Dei Fiori – Credito Cooperativo diventa Banca di Caraglio, del Cuneese e della Riviera dei Fiori - Credito Cooperativo: il nome così lungo è stato scelto nel rispetto delle singole comunità di riferimento che sono confluite nell’unico istituto.

Filiali acquisite:

  • ROBILANTE (anno di apertura 1962)
  • MARGARITA (anno di apertura 1965)
  • BORGO (anno di apertura 1990)
  • BEINETTE (anno di apertura 1991)
  • LIMONE (anno di apertura 1992)
  • CUNEO (anno di apertura 1995 nuova sede nel 2002)


2001


Apertura della sede distaccata di Sanremo


2002


Apertura della filiale di Ospedaletti

Trasloco della filiale di Cuneo in Corso Nizza


2003


Apertura della filiale di Arma di Taggia


2004


Apertura delle filiali di Bordighera e Costigliole Saluzzo


2006


Apertura della filiale di Ventimiglia 


2007


Apertura della filiale di Mondovì


2009


Apertura della sede distaccata di Imperia


2011


Trasferimento della sede distaccata di Imperia

Apertura della filiale di Verzuolo

Apertura della filiale di Savigliano


2013


Inaugurazione Cittadella della Banca in Caraglio (Piazza della Cooperazione, 1) e trasferimento sede legale


2015


Apertura della sede distaccata di Torino